NON VOGLIO "INDORARTI LA PILLOLA"

Rate this item
(3 votes)

NON VOGLIO "INDORARTI LA PILLOLA"

 

Scopri quello che ti aspetta DAVVERO

Abbiamo visto ieri una prima differenza tra il metodo FAI DA TE e quello PROFESSIONALE.

Vediamone altre e alla fine dimmi quale è più importante per te.

Partiamo dal metodo “fai da te”:

  1. Se organizzi il tuo matrimonio da solo o con l’aiuto di amici e parenti, devi comunque avere tanto TEMPO A DISPOSIZIONE per fare tantissimi sopralluoghi, dato che il mercato del matrimonio è molto vasto e l’offerta è veramente ampissima.

Soprattutto se sei alla ricerca di novità dovrai fare tanti km per visitare location, catering, atelier di abiti, fotografi, musicisti, fioristi, negozi di bomboniere, negozi di partecipazioni, noleggi auto, agenzie di animazione, pirotecnica, illuminotecnica, etc.

Poi dovrai fare tanti confronti di tipo stilistico, pratico ed economico per ognuno di essi e per trovare ciò che fa al caso tuo.

  1. E poi bisogna ANDARE IN COMUNE per le informazioni e per la documentazione necessaria (e conosciamo tutti le meraviglie della burocrazia italiana).

  2. Da solo poi dovrai occuparti di qualsiasi cosa, tenendo l’AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI sempre aggiornata, organizzando i sopralluoghi necessari per far incontrare i collaboratori che hai scelto e mettendo d’accordo i loro orari e la loro disponibilità con i tuoi.

  3. Poi dovrai occuparti di tenere sotto controllo il BUDGET, perché sai benissimo che se non tieni d’occhio tutto quanto rischi di doverti accontentare di servizi ridotti perché hai speso troppo in cose che erano superflue.

  4. E poi dovrai pensare alla parte organizzativa della giornata del matrimonio: fare una SCALETTA con il dettaglio di come si svolgerà tutto, gli orari di ogni momento e decidere chi penserà a fare in modo che questa scaletta e questi orari siano rispettati.

Oppure pensi che tutti faranno quanto concordato? Sei sicuro che andrà così? E se poi il fotografo vi “rapisce” e non avrete abbastanza tempo da trascorrere con i vostri ospiti?

Ci hai pensato?

Fino qui sono tutte cose tecniche generali (in questo blog ti spiegherò via via per ogni settore quello che dovrai fare nello specifico).

  1. Poi dovrai occuparti della PARTE CREATIVA, e cioè:

  • mettere in pratica tutte le idee che hai in testa;

  • verificare che siano fattibili ed in che modo;

  • il loro costo;

  • se ci sono delle alternative;

  • chi dovrà occuparsene;

  • se ne vale la pena oppure no.

    Nella parte creativa sono inseriti tutti quegli aspetti che caratterizzano il tuo matrimonio, tutto quello che rappresenta voi come coppia, il vostro stile, la vostra “firma”, insomma quella parte che lo renderà unico e riconoscibile.

  1. Quindi dovrà essere tutto coordinato e SEGUIRE UN FILO LOGICO che renda ogni momento legato con gli altri per creare armonia. Bisogna avere buon occhio, buon gusto, tanta fantasia e capacità di adattamento trovando la soluzione ottimale. Altrimenti rischi di fare un’”accozzaglia” di cose che non c’entrano niente l’una con l’altra.

    Ho visto matrimoni con il tema “farfalla” ed il colore tiffany, poi però le farfalle erano blu oppure rosa, il tableau era a tema “viaggio” e le partecipazioni super-classiche bianche. Capisco che possano piacere tutte queste cose, ma è come un “minestrone” di roba senza un nesso.

In linea di massima questo è quello che ti aspetta per quanto riguarda tutta l’organizzazione e capisci da solo che bisogna stare attenti ad ogni dettaglio che fa parte di questo grande “ingranaggio”.

Che ne pensi? Ti sembra poco o tanto lavoro?

Chi si occuperà di tutto quanto è in grado di non trascurare nessun aspetto?

Qual è l’aspetto più importante per te?

Domani vedremo invece che cosa succede con l’altro tipo di approccio (clicca qui). 

Ph. credits gabriel-matula-300398-unsplash


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /web/htdocs/www.bluesilverevents.com/home/templates/jf_couda/html/com_k2/masonry/item.php on line 260
Read 134 times